Sistema anti-corruzione

Politica per la Prevenzione della Corruzione-1

Modello Anti-corruzione

In conformità a quanto definito dal Codice Etico aziendale e in osservanza del X Principio del Global Compact, in base al quale “le imprese si impegnano a contrastare la corruzione in ogni sua forma, incluse l’estorsione e le tangenti”, l’impegno formale e sostanziale della Giovanni Putignano e Figli srl nella lotta alla corruzione, si concretizza nella implementazione di un Sistema Anticorruzione, gestito in linea con i requisiti della norma UNI ISO 37001:2016 (Anti-Bribery Management System), comprensivo delle procedure aziendali che definiscono i ruoli e le responsabilità dei soggetti coinvolti e le modalità operative dei processi e dei presidi di controllo definiti nel Modello anticorruzione adottato.

Il Modello Anticorruzione si configura come un elemento del sistema di controllo interno mirato al rafforzamento di alcuni protocolli di prevenzione al fine di escludere condotte di corruzione attiva e passiva e garantire la conformità ai principi introdotti dalle leggi anticorruzione e dalle best practice internazionali.

Esso fornisce un quadro sistematico di riferimento degli strumenti normativi e delle politiche in materia anticorruzione che la Giovanni Putignano e Figli srl intende perseguire, fungendo da guida, sia per il personale interno che per i soci in affari, nell’affrontare i rischi di corruzione che potrebbero occorrere nello svolgimento delle attività aziendali

Al fine di garantire le misure effettive per assicurare assistenza e consulenza in materia di anticorruzione, ed in accordo con le previsioni della norma UNI ISO 37001:2016, la Giovanni Putignano e Figli srl ha istituito la Funzione di Conformità per la Prevenzione della Corruzione (FCPC), responsabile, tra l’altro, di dare indicazioni specialistiche e fornire chiarimenti rispetto al contenuto ed alla implementazione del Sistema ABMS, nonché all’applicazione delle Leggi anticorruzione italiane o del paese in cui l’organizzazione opera.

Alla FCPC sono inoltre affidate l’attività di costante revisione e monitoraggio del Sistema ABMS per assicurare che rimanga efficace al massimo livello e l’attività di verifica volta ad accertarne la corretta applicazione.

L’applicazione del Sistema ABMS è diretta responsabilità dell’amministratore unico, dei sindaci, dei dirigenti e di tutti dipendenti della Giovanni Putignano e Figli srl, nonché di tutti coloro che, direttamente o indirettamente, stabilmente o temporaneamente, instaurano con l’organizzazione rapporti e relazioni, ciascuno nell’ambito delle proprie funzioni e responsabilità (Soci in affari). Tutti i Soci in affari sono tenuti, pertanto, a rispettare con la massima diligenza ed attenzione tutti i principi e le disposizioni in esso contenute.

Al fine di diffondere un’adeguata conoscenza e comprensione dei contenuti del Sistema AMBS, la Giovanni Putignao e Figli srl ha definito:

  • un programma formativo anticorruzione obbligatorio per tutti i dipendenti, modulato con un differente grado di approfondimento, in relazione alla qualifica dei destinatari e al diverso livello di coinvolgimento degli stessi nelle attività sensibili;
  • un programma di sensibilizzazione sulle tematiche dell’anticorruzione per tutti i Soci in affari;
  • specifiche clausole contrattuali di “compliance” che prevedono, tra gli altri, l’obbligo del rispetto dei principi contenuti nel Politica Anticorruzione e nel Sistema ABMS dell’organizzazione.

Il Sistema sanzionatorio

La violazione dei principi della Politica Anticorruzione e delle prescrizioni del Sistema ABMS da parte del personale dell’organizzazione costituisce grave inadempimento contrattuale, motivo per il quale la Giovanni Putignano e Figli srl si riserva la facoltà di sanzionare tali violazioni nel rispetto della disciplina legale e/o contrattuale applicabile al singolo rapporto, tanto con sanzioni conservative quanto tramite la risoluzione del rapporto contrattuale medesimo (licenziamento ovvero recesso); resta altresì ed in ogni caso ferma la facoltà dell’organizzazione di esperire azioni di risarcimento danni secondo la vigente normativa.

I Soci in affari sono tenuti a segnalare ogni eventuale violazione del Sistema ABMS, della Politicia Anticorruzione e/o di qualsiasi legge in materia di anticorruzione di cui abbiano avuto conoscenza, anche indiretta, nel corso della propria attività. La violazione dei principi della Politica Anticorruzione e delle prescrizioni del Sistema ABMS da parte dei Soci in affari costituisce grave inadempimento contrattuale, motivo per il quale la Giovanni Putignano e Figli srl si riserva la facoltà di rescindere ogni rapporto commerciale esistente.

Segnalazioni

La piattaforma Whistleblowing è uno dei canali di comunicazione che permette a dipendenti, collaboratori, consulenti, fornitori dell’organizzazione e ogni altro soggetto terzo che abbia una relazione con la società di inviare, anche in forma anonima, segnalazioni su violazioni, presunte o conosciute, di leggi o regolamenti applicabili, del Codice Etico, della Politica Anticorruzione, del Sistema ABMS e/o del Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ai sensi del D. Lgs. 231/01.

VAI ALLA PIATTAFORMA WHISTLEBLOWING